lunedì 5 settembre 2016

Lonely: capezzoli, peli e cerbiatti

Lonely è un marchio di intimo neo zelandese "per donne che indossano la lingerie come una lettera d'amore per se stesse", come dice la sua designer.
A parte il messaggio pubblicitario che lo ammetto mi ha catturata, sono vittima di questa pubblicità, (target raggiunto!), quello che apprezzo è lo sforzo di proporre nel mondo della moda delle immagini finalmente non stereotipate di donne. Perché sinceramente la modella a bocca socchiusa, palpebra abbassata e push-up spaziale che la poppa diventa una semisfera perfetta non è sexy, ve lo vogliono far credere. Ma sexy è un capezzolo che spunta dalla retina di un reggiseno che lascia intatta la forma a pera, sexy è la coscia con qualche smagliatura fasciata da una culotte a vita alta, sexy è il pelo che esce da una mutanda, sexy è il tatuaggio, sexy è la donna sulla quarantina che si prepara un caffè con una vestaglia addosso, sexy è Jemima Kirke che mette il rossetto a Lena Dunham, vestite solo di reggiseno e mutande.

Altre volte avevo condiviso attraverso facebook brand rivoluzionari da questo punto di vista, ma forse è venuto il momento di farci una rubrica: capezzoli peli e altre meraviglie!

1 commento:

  1. Ottima rubrica. mi piace la prima foto.
    Complimenti per il blog
    Maurizio

    RispondiElimina