giovedì 31 marzo 2011

Il Biancospino


Maglione vintage con pelliccia / Vintage sweater with fur
Corpetto Inglese di Fine '800, Ceri Vintage / English Bodice from the end of the 19th century, Ceri Vintage
Collana, Ceri Vintage / Necklace, Ceri Vintage
Leggings, Dimensione danza
Gonna vintage in tulle, sportmax / Vintage tulle skirt, Sportmax

Un ringraziamento speciale a Matteo per le foto.

lunedì 28 marzo 2011

Pink Harlequin shirt

Ho trovato questa camicia nel vecchio armadio in campagna...che ne pensate? È un po' buffa. Consigli su come portarla?

I've found this shirt in the old wardrobe in the country house. What do you think about? I think it's a funny shirt. Have you got some advices on how to wear it?
American Apparel nail polish
last photo from my flickr (analog)

In questo post vi presento la mia cucina, il suo smeg fiammante, il suo poster vintage e la sua scatola di latta con tutte le sue ricette dentro.

In this post I show you my kitchen, its beatiful smeg, its vintage poster and its tin box full of recipes.

mercoledì 23 marzo 2011

What's in my bag


Mostrami la tua borsa e ciò che c'è dentro e ti dirò chi sei!
Questo è quello che metto in borsa quando decido di fuggire dalla mia città e prendere il primo treno che trovo alla stazione.
Cosa non deve mancare:
1- La borsa più comoda che ho. Era di mio padre. È perfetta quando decido di passare la giornata a fare foto.
2- Il mio portafogli arancio.
3- Cellulare.
4- Burro di cacao
5- Chiavi di casa.
6- Ipod.
7- Il mio mini beauty case con una stampa a rose con lo stretto indispensabile per "trucco e parrucco".
8- Il mio astuccio con penne, pennarelli e lapis.
9- Moleskine, fondamentale.
10- Crema per le mani dell'Occitane alla lavanda.
11- La storica Pentax con un 50 mm e un 28 mm.
12- Un buon libro: La petite marchande de prose di Daniel Pennac.

Show me your bag and what's in it and I'll tell you who you are!
Well, this is what's in my bag when I run my city and take the first train in the station.
What should not miss:
1- The most confortable bag. It was from my father. It's perfect when I want to spend my day taking pictures.
2- My orange wallet.
3- Mobile phone.
4- lipstick with cocoa butter.
5- keys.
6- Ipod.
7- Little beauty case with my make up.
8- My Case with different pens and pencils.
9- Moleskine, fundametal.
10- Lavender handcream, Occitane.
11- My Pentax with a 50 mm and a 28 mm lens
12- A good book: La petite merchande de prose by Daniel Pennac.

E cosa nascondono le vostre borse da Mary Poppins?

And what your "Mary Poppins" bags are hiding?

domenica 20 marzo 2011

Ideas for my room


Devo trovare una soluzione per riordinare tutte le mie collane e non perderle di vista. Queste foto le ho trovate su Floddertje, un blog veramente carino!

I have to find some good ideas to rearrange my necklaces. This photos are from Floddertje, a really nice blog!





(last photo from The girl from hk, ldn & sf)

È primavera, tempo di pulizie in casa e nuove idee. Penso che cambierò un po' anche il layout del blog...che dite? Avete qualche idea per me?

I think I'm going to change also the layout of my blog...have you got some ideas for me?

martedì 15 marzo 2011

Maria For Ceri Vintage

Queste sono solo alcune delle meraviglie che crea Maria, con pelle, vecchie catenelle, pezzi di bambole di porcellana, vecchi orologi, frammenti di gioielli vintage, santini e teschi in osso. Mi piace la filosofia di queste creazioni: il nuovo dal vecchio, una nuova storia per una vecchia completamente diversa.

These are just someone of the wonderful creations that Maria makes with leather, old chains, pieces of porcelain dolls, old clocks, vintage pieces of jewelry, holy pendants and skull bone. I like the philosophy of these creations: the new from the old, a new story from an old one completely different.




Mi sono innamorata dei bracciali in pelle con intarsi di strass recuperati da vecchie collane e vecchi bracciali.
Queste bellissime creazioni le trovate da Ceri vintage. I prezzi vanno dagli 80 ai 100 euro.

I love this bracelet in leather with vintage strass taken from old necklaces and bracelets.
You can find all these beautiful creations at Ceri Vintage. Prices range from 80 to 100 euros.


Maria non crea solo gioielli, ma anche borse. E questa penso che sia unica. È stata ricavata da un vecchio tappeto Navaho.

Maria creates also bags. I think this one is unique. It was converted from an old Navajo rug.



giovedì 10 marzo 2011

Girl in Soho



1- Tba dress with embellished Peter Pan collar (spring-summer 2010)
2- Parka from Zadig & Voltaire
3- Vintage two tone Satchel from Urban Outfitters
4- Boots from Urban outfitters

Le ragazze di Londra amano il Parka. Anch'io.
Le ragazze di londra con un particolare rendono il loro outfit diverso da tutti gli altri (vedi il collare impreziosito del vestito).
Le ragazze di Londra riescono a fare un perfetto matrimonio fra ciò che è romantico e ciò che è sportivo. Niente smancerie, solo grande stile!

Scusate per la naiveté del disegno... è una prima prova.

SOHO

venerdì 4 marzo 2011

Quattro giorni

Quattro giorni non bastano, poco ma sicuro. In quattro giorni è anche impossibile trovare il nécessaire per diventare una vera Londinese (vi renderò partecipe dello studio intenso che ho fatto sullo street style londinese in un altro post).



In quattro giorni potete trovare per caso in Notting Hill un negozio che vende TBA e rendervi conto che effettivamente è un po' caro come "brand".
In quattro giorni potete arrivare al negozio di F-Troupe in Soho, trovare lo stivaletto simil-vittoriano dei vostri sogni, dire "Ci penso un po', magari ci torno prima di riprendere l'aereo" e poi rendervi conto sul treno per Stansted che non siete più tornati in quel negozio e che lo rimpiangerete fino al prossimo viaggio a Londra.
Quattro giorni ahimé non bastano per farsi tutti i mercati del vintage che ci sono a Londra.



In quattro giorni si impara a capire che il tassista londinese ha una guida molto sportiva e non bada a passanti o ciclisti, che è inutile proteggersi con un ombrello quando piove, che quando si sale le scale mobili della London Tube c'è veramente un forte riscontro d'aria.
In quattro giorni vedrete solo una piccola parte dei musei di Londra e una volta entrati capirete che è al di sopra delle vostre forze.


Avrei passato una giornata intera alla Tate Modern, no, magari più di un giorno.
Mi è piaciuta moltissimo questa serie di disegni dei fratelli Jake e Dinos Chapman. Perturbanti, lo so, ma è il loro bello. L'idea d creare mostri disegnando a quattro mani mi ha ispirato e pure la fantastica unione di china e lapis. Se volete vederne altri, ma soprattutto se volete avere un assaggio di tutto quello che potete trovare alla Tate visitate il suo sito che ha una pagina specifica per esplorare il museo, Explore Tate Modern.


Contando quattro cene potrete sperimentare quattro cucine diverse. Per quello che mi riguarda ho optato per l'indiana, la messicana, la Thailandese e la giapponese, ma restavano da sperimentare quella vietnamita, cinese, spagnola, polacca, tedesca, italiana, francese, nordafricana, africana, sudafricana, statunitense, peruviana, inglese, ecc.
Ai Londinesi piace divertirsi e vivere bene quindi inevitabilmente mangiare bene in locali dal design impeccabile e sempre pieni di gente.


Non sono una grande conoscitrice di Londra, ma per chi vuole andarci consiglio vivamente il messicano Wahaca (ha quattro risoranti a Londra, trovate tutte le informazioni sul loro sito). E per la colazione fate un salto nella brasserie del vecchio cinema Electric di Notting Hill...elegantissima!


Soprattutto concedetevi una pausa merenda con un cupcake della catena Hummingbird...vi farà venire le lacrime agli occhi da quanto è buono!
Comunque sia, l'offerta per quello che riguarda il cibo è vastissima.


In quattro giorni capite che un cappello a Londra fa sempre comodo.
Per quattro giorni di sopravvivenza selvaggia al freddo umido di Londra bastano: un pantalone, un maglione abbastanza caldo, delle scarpe resistenti all'acqua (FAIL: le oxford erano tanto carine ma non hanno resistito), un cappotto dell'esercito inglese in lana pesante, una sciarpa e cambio essenziale per calzini, mutande, magliette...quindi scordatevi foto di outfit romantici nel brumoso Febbraio londinese.

Insomma, rassegnatevi, in quattro giorni non vi sarà possibile vedere neppure metà di Londra, ma bastano quattro giorni per innamorarsi di questa città e decidere che tornerete presto.

Grazie mille a Susanna, compagna d'avventura, e all'ospitalità di suo cugino che ha avuto pietà dei piedi bagnati di mio fratello prestandogli delle sue scarpe.